Una rondine, un fumetto, un pharmakon. È già primavera!

Un giorno un giovane, un vecchio e un ragazzo guardano una rondine.

Sembra quasi l’inizio di una barzelletta e invece è una delle rappresentazioni più incredibili mai state dipinte su un vaso greco.

Iniziamo…

Il vaso ARV² 1594.48 è una pelike attribuita al Gruppo dei Pionieri, databile al 500 a.C. e conservata allo State Hermitage Museum di San Pietroburgo (inv. 615).

[Per la scheda relativa nell’Archivio Beazley, clicca qui.]

Sul lato principale sono presenti un uomo, un ragazzo e un giovane che guardano la prima rondine apparsa in cielo.

Foto da academia.edu.

Le figure sono corredate di iscrizioni che vanno a comporre una vera e propria conversazione:

ἰδοῦ, χελιδόν – “Guarda, una rondine!” dice il giovane seduto sulla sinistra.
νὲ τὸν hερακλέα – “Per Herakles!”, conferma l’uomo.
hαυτεΐ – “Eccola!”, grida il ragazzo.

L’iscrizione sul campo, infine, recita ἔαρ ἔδε “È già primavera”, confermando il significato della scena.

[Se vuoi approfondire le tracce di fumetti nella produzione artistica greca e romana, ti consiglio questo interessantissimo lavoro del prof. Antonio Stramaglia – clicca qui!]

Sul lato secondario, infine, è rappresentata una scena di lotta tra due atleti nudi con iscrizione hο πα[ι]ς καλος, | Λεαγρος , “Bello è il giovane Leagros”.

[Se vuoi approfondire questa formula iconografia erotica, ti consiglio la lettura dell’articolo Bello, bellissimo, anzi… kalós!]

Foto da ermitagemuseum.org.
Ma chi sono questi personaggi?

Lo studioso Henry R. Immerwahr, nell’articolo Hipponax and the Swallow Vase, pubblicato sull’American Journal of Philology 131, pp. 573-587, afferma che si tratta di una comune scena di palestra e i tre personaggi non sono altro che un atleta, un giovane amante e un visitatore più anziano.

[Se vuoi approfondire gli schemi iconografici delle immagini vascolari erotiche, ti consiglio la lettura dell’articolo Sex&Drugs&Rock&Roll. Il sesso nella ceramica attica.]

Fondamentale per l’interpretazione della scena suggerita dallo studioso è un frammento del poeta Ipponatte, “il pharmakon della rondine”, presente nella Suda.

[Cos’è il pharmakon? Può indicare un incantesimo, una formula magica o persino un unguento o pozione]

Il frammento presenta uno scolio, interpretato così da Immerwahr: “in Ipponatte l’incantesimo che si verifica quando si vede per la prima volta una rondine”. Si suggerisce, quindi, che la rondine sta lanciando un incantesimo sul giovane che presagiva un successo in una ricerca erotica. Questa interpretazione sembra supportata dalla valenza erotica della scena di lotta sul lato B.

Immerwahr ha ragione?

Fondamentale per comprendere la poetica del poeta è l’opera dello studioso Enzo Degani Studi su Ipponatte (Adriatica Editrice, Bari 1984). Alla nota del frammento 172, quello precedentemente indicato, egli afferma:

Degani giunge, quindi, alle seguenti conclusioni:

  • L’espressione ipponattea designava una bevanda.
  • Non è dato sapere quale fosse il genere né il significato e, sebbene alla rondine erano attribuiti particolari virtù terapeutiche ed era un uccello sacro ad Afrodite, è improbabile che fosse un filtro erotico.
  • Probabilmente era una bevanda assunta all’avvento della primavera, per propiziare la nuova stagione e salutare l’inverno giunto alla fine.
Ecco cosa si nasconde dietro questa raffigurazione: un’usanza, un rito, un insieme di credenze popolari che fanno di questo vaso uno straordinario esempio della forza dell’iconografia vascolare!

A. R.

Che ne pensi di queste opere? ti è piaciuto questo articolo? vuoi condividere con me e gli altri utenti un tuo pensiero o un approfondimento? hai qualche curiosità in particolare?

Non aspettare: commenta questo post!

Ti sei perso qualche articolo? Nessun problema, vai sulla pagina Schema articoli del blog e cerca il mito o l’approfondimento che più ti interessa tra quelli già pubblicati… buona lettura!

Tutti i diritti riservati. È assolutamente vietata qualsiasi forma di riproduzione parziale o totale del testo e delle immagini di questo sito.
  • 178
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    178
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.