Bello, bellissimo, anzi… kalós!

kalos
Pittore dell’Anfora di Monaco (500-475 a.C.). Pelike, ARV² 246. Berlino, Antikensammlung, inv. 4560. Foto da Archivio Beazley.

 

Le raffigurazioni di nudo nella produzione vascolare greca sono numerosissime. Esse hanno spesso in comune, oltre alla nudità delle figure, un particolare termine greco, kalós (“bello”), in riferimento alla bellezza corporea che esse mettono in mostra.

Cerchiamo di capire insieme…

Il termine kalós è stato introdotto nell’iconografia intorno al 510-480 a.C.

È presente in scene di caccia, di palestra, di simposio (banchetto), di guerra, di corteggiamento, di corsa in armi, di danza armata (la cosiddetta pirrica). È presente anche in scene non di nudo.

In genere era riferito a giovani o adolescenti ed è presente secondo le seguenti formule:
  • da solo (καλός)
kalos_formula semplice
Pittore di Pan (475-450 a.C.). Pelike, particolare. New York, Solow Art and Architecture Foundation. Foto da Archivio Beazley.
  • dopo il nome del giovane al quale è riferito (es. Elpinikos kalós, Elpinikos [è] bello)
kalos_formula nome
Pittore di Elpinikos (500-475 a.C.). Monaco, Antikensammlungen, inv. 8771. Foto da Archivio Beazley.
  • nella formula ho pais kalós (il fanciullo [è] bello). In questo caso ci si riferisce a ragazzi intorno ai quattordici anni.

 

Pittore di Penthesilea (475-450 a.C.). Kylix. Bochum, Ruhr Universitat, Kunstsammlungen, inv. S1085. Foto da Archivio Beazley.

 

Rare le iscrizioni riferite alle ragazze e alle donne. Se presente, tuttavia, il termine al femminile è kalé (“bella”).

 

kale
Pittore di Brygos (500-475 a.C.). Kylix, ARV² 371.24. Foto da Archivio Beazley.
Come di certo avrai intuito, forte è il legame con la sfera sfera sessuale ed erotica.

Se vuoi approfondire le scene erotiche, di corteggiamento e di simposio, in cui spesso il termine kalós è presente, ti consiglio la lettura dei seguenti articoli presenti nel blog: Il kottábos ovvero il gioco dell’amore e Sex&Drugs&Rock&Roll. 

 

Che ne pensi di queste opere? ti è piaciuto questo articolo? vuoi condividere con me e gli altri utenti un tuo pensiero o un approfondimento? hai qualche curiosità in particolare?

Non aspettare: commenta questo post!

Ti sei perso qualche articolo? Nessun problema, vai sulla pagina Schema articoli del blog e cerca il mito o l’approfondimento che più ti interessa tra quelli già pubblicati… buona lettura!

 

SEGUIMI ANCHE SULLA PAGINA UFFICIALE DI FACEBOOK, TI ASPETTO!

 

Tutti i diritti riservati. È assolutamente vietata qualsiasi forma di riproduzione parziale o totale del testo e delle immagini di questo sito.
  • 37
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    37
    Shares

2 Commenti

  1. Pingback: Baciami, for ever! – La ceramica antica

  2. Pingback: Penthesilea e l’amor mancato – La ceramica antica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.