Herakles, l’uomo dal sedere nero!

cercopi
Lekythos, Oxford – Ashmolean Museum inv.V249 (550-500 a.C.)
C’era una volta l’uomo più forte del mondo, figlio di Zeus e vendicatore di mostri…e poi? E poi scopri un intimo segreto e tutto cambia… è proprio vero: un uomo devi conoscerlo da tutti i lati…compreso quello B!

Oggi, quindi,  approfondiamo un curioso mito relativo a Herakles!

La follia, da sempre mia compagna di vita, questa volta non c’entra, giuro! Herakles aveva davvero il sedere nero e ho pure le prove…

Nel mito troviamo moltissimi personaggi ed episodi strani, ma di certo uno dei più eccentrici è quello dei Cercopi.

Erano due fratelli, figli di Teia, a sua volta figlia del dio Oceano. Erano due briganti che assalivano i viaggiatori per rubare loro tutti gli averi per poi ucciderli.

La madre predisse loro che avrebbero incontrato un eroe che li avrebbe sconfitti, un certo Melampigo («l’Uomo dal Sedere Nero»), e di tenersene quindi alla larga.

Un giorno incontrarono Eracle, addormentato sul ciglio della strada, e tentarono di derubarlo. Furono sconfitti e appesi per i piedi ciascuno all’estremità di un bastone, che l’eroe posizionò sulle sue spalle. La posizione permise loro di vedere da vicino il fondoschiena del vincitore e si accorsero che era di colore nero: la profezia della madre si era compiuta!

Per loro fortuna, Eracle li lasciò andare: secondo il mito per via del buon umore che lo pervase, frutto della simpatia dei due fratelli, ma secondo me per la vergogna!

I Cercopi, tuttavia, non smisero di depredare i viandanti e furono puniti da Zeus: egli li trasformò in scimmie e li trasportò in due isole diverse, Procida e Ischia. Le due isole erano chiamate, infatti, nell’antichità Pitheccusai (le Pitecuse) che significa letteralmente «Isole delle scimmie».

Il mito è poco rappresentato nelle immagini vascolari (solo 15 esemplari) e la scena più raffigurata, rimasta pressoché invariata nei secoli,  è quella in cui i due fratelli sono stati già appesi a testa in giù.  Rarissima la scena i cui è rappresentato lo scontro tra l’eroe e i fratelli.

Vediamo alcuni esempi:

cercopi_4
Swing Painter, neck-anphora, Madrid – Museo Archeologico Nazionale inv. L74 (550-500 a.C.)
cercopi_2
Geras Painter, cratere a colonnette, ARV² 287.27 (500-450 a.C.)

 

cercopi_5
Printer of Wurzburg 252, anfora, ABV 315.2 (550-500 a.C.). Eracle combatte contro i Cercopi, posti ai lati della scena, alla presenza di Atena.

 

cercopi_3
Washing Painter, pelike, ARV² 1134.12 (450-400 a.C.). Eracle combatte contro uno dei Cercopi.

 

Hai visto che avevo ragione? Herakles ha il sedere nero!  Ok, ti ho appena smontato un mito…Eh dai su, se persino i Cercopi legati a testa in giù si sono fatti una risata, figuriamoci noi comodamente seduti sulle nostre poltrone a leggere un post!

 

Che ne pensi di queste opere? ti è piaciuto questo articolo? vuoi condividere con me e gli altri utenti un tuo pensiero o un approfondimento? hai qualche curiosità in particolare?

Non aspettare: commenta questo post!

Ti sei perso qualche articolo? Nessun problema, vai sulla pagina Schema articoli del blog e cerca il mito o l’approfondimento che più ti interessa tra quelli già pubblicati… buona lettura!

N.B. Tutte le immagini dei vasi di questo articolo sono tratte dal Beazley Archive.

 

Tutti i diritti riservati. È assolutamente vietata qualsiasi forma di riproduzione parziale o totale del testo e delle immagini di questo sito.
  • 50
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    50
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.